[KPOP-HALLYU] IU, UN CONCEPT TROPPO PERICOLOSO?

DSC_8024

Come mi avete chiesto nel Tweet-Sondaggio di qualche giorno fa, eccomi qui a parlare di KPOP, e nella fattispecie di IU; la giovane fino a qualche giorno fa era tra gli artisti più amati in Corea, non solo dai giovani appassionati di kpop ma anche da un pubblico più adulto, ma qualcosa è cambiato, analizziamolo insieme.

Il 23 ottobre è uscito “Char-Shire“, suo settimo EP, ed è stato da subito un successo, ma dopo l’entusiasmo del momento i nostri ‘amici’ netizen hanno iniziato a criticare l’immagine un po’ troppo da Lolita della giovane artista, sottolineando come nel video musicale certe scene fossero equivocabili; prendendo ad esempio una scena in cui IU butta del latte sulla testa di una bambola dicendo “voglio per sempre rimanere bambina“, sinceramente guardando il video con un occhio poco malizioso quella scena non mi ha suscitato la stessa reazione dei netizen, il regista, tuttavia, ha voluto precisare che quella scena era stata studiata inizialmente in modo diverso “l’idea iniziale era quella di buttare dell’acqua in testa alla cantante ma abbiamo preferito evitare ed usare una bambola, uno dei nostri responsabili di produzione ha pensato che il latte sarebbe stato più efficace e avrebbe spiegato meglio il messaggio“.

IU_23mdbSfortunatamente non è stato così ma ha solo scatenato i netizen che non si sono fermati a criticare il Music Video ma anche il concept generale della cantante che nelle foto promozionali alludevano ad un’immagine molto più provocante rispetto a quello che era solita essere.

loli9
Immagini a confronto dal teaser di IU e il film ‘Lolita‘ di Adrian Lyne del 1997

Il produttore ha chiarito anche questo punto dicendo che con questo album IU ha voluto dimostrare che da ‘sorellina’ di Corea ora è cresciuta ed è diventata una giovane donna. Le polemiche, però, non si sono placate e i netizen hanno puntato il dito anche su un’altra traccia dell’album, la bonus track “23” in cui sembra di sentire la voce di Britney Spears in “Gimme More”.

La Loen Tree, casa discografica di IU, ha dichiarato che controllerà insieme alla casa discografica della Spears e solo dopo si pronuncerà definitivamente.

Il caso più eclatante e che sta facendo temere per la carriera della giovane, ormai ex ‘sorellina’ di Corea, ha a che fare con “Zezé”, ennesima traccia di “Char-Shire” che inizialmente è stata messa sotto l’occhio critico perché la parte iniziale è troppo simile alla celeberrima “Baby One More Time” sempre di Britney Spears, ma dopo aver chiarito questo punto questa traccia non ha smesso di far discutere.
Il teaser della traccia pare infatti molto simile al music video “Lost Things” di Angela Kohler e Ithyle Griffihs del 2010.

iutersangkutskandalplagiat63art

il problema, sfortunatamente, non si ferma al ‘mero’ plagio ma alla giovane ventitreenne è arrivata un’accusa molto più grave, ovvero sessualizzazione di un minore; Zezé è infatti il nome del protagonista del libro “Zezé e l’albero delle arance” di José Mauro de Vasconcelos, in cui  un bambino di cinque anni che vive una vita di abusi trova rifugio vicino ad un albero di arance; la cantante ha detto che nel bambino vede sia il suo lato angelico che quello malizioso e meschino “Zeze è un bambino angelico, ma ha anche un lato carismatico e sexy“. Queste parole non hanno fatto altro che scatenare ancora di più le critiche accusando la cantante di aver scritto un testo al limite della pedofilia.

Anche la casa editrice che ha pubblicato il libro in Corea, la Dongnyok Publishing Company, ha accusato la cantante dicendo che trasformare in oggetto sessuale un bambino così piccolo è deplorevole e anche descriverlo come crudele e subdolo essendo chiaramente atteggiamenti dovuti agli abusi familiari subiti.
Se la Loen Tree, continua a prendere le difese della loro artista definendo l’interpretazione assolutamente soggettiva, tanto che la cantante ha provato a difendersi dicendo che i riferimenti sessuali non solo per il bambino ma per una terza persona, la casa editrice e i netizen puntano il dito anche sulla copertina dell’album che raffigura quello che dovrebbe essere Zezè in posa sezy da Lolita con tanto di calze a rete.

zeze_artworkcopyLa giovane cantante non ha solo interpretato le tracce ma le ha anche scritte e prodotte per la prima volta nella sua carriera, questo ha ancora di più scosso la rabbia dei netizen che hanno fatto partire una petizione online per far ritirare dal commercio la traccia in questione, suddetta petizione ha raggiunto le 13.000 firme in sole sedici ore. Tutto questo trambusto non ha fermato l’artista che, anche se ha visto ritirare le prenotazioni di alcuni biglietti del suo tour nazionale, inizialmente andato sold out, ha concluso con successo il suo primo fanmeeting .  iu3iu4iu5 L’immagine da Lolita dell’artista la vediamo anche nell’immagine di copertina tratta dal programma Infinite Challenge in cui la cantante duettava con Park Myung Soo vestita da Mathilda del film Lèon , interpretata da una Nathalie Portman tredicenne ai tempi della pellicola di Luc Besson.   Che questa immagine di giovane donna che vive al limite tra eterna giovinezza ed età matura le stia sfuggendo di mano?

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

One thought on “[KPOP-HALLYU] IU, UN CONCEPT TROPPO PERICOLOSO?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *