IL FIGLIO DEL PRESIDENTE ACCUSA DI DIFFAMAZIONE L’OPPOSIZIONE

La politica, in nessun paese, è tranquilla e i colpi bassi dell’opposizione non mancano mai, soprattutto in campagna elettorale. Questa vota è toccata al figlio dell’attuale presidente coreano. Moon Joon-yong, ha presentato due cause di risarcimento contro i deputati dell’opposizione, secondo quanto riferito dalle fonti dell’accusa, pare che Moon Joon Young sia stato diffamato con false accuse sul suo lavoro in vista delle elezioni presidenziali di maggio dello scorso anno.

mooncausa
Yonhap News ®

Moon Joon-yong ha presentato la denuncia alla fine del mese scorso contro l’ex parlamentare in carica Shim Jae-chul del Liberty Korea Party (LKP) e altri due di circa di 80 milioni di won (60.5742 €) in danni da ciascuno.

Inoltre ha presentato un’altra causa per danni, del valore di 250 milioni di won (189.495 € circa), è stata presentata contro cinque membri dell’ex Partito Popolare, che successivamente si sono fusi con il partito Bareun.

L’avvocato dell’accusa ha affermato che accuse infondate sull’assunzione del primo genito del presidente da parte di un’agenzia pubblica locale hanno danneggiato la sua reputazione.

Nella corsa alle scorse elezioni, che sono state le prime dopo ‘la cacciata’ dell’ex presidente Park Geun-hye e l’impeachment che l’ha portata a ricevere una condanna a 24 anni di reclusione, l’allora LKP e alcuni partiti minori dell’opposizione hanno cercato in ogni modo di screditare l’attuale presidente Moon Jae In, che era il favorito della corsa presidenziale.

Suddetti partiti hanno sollevato il sospetto che Moon Joon-yong sia stato assunto da un’agenzia di collocamento finanziata dallo stato nel 2009 grazie all’influenza di suo padre che all’epoca era segretario presidenziale.

Il Partito Popolare ha rivelato prove concrete ai media, comprese delle conversazioni telefoniche con uno degli amici di MoonJoon Yong che rivelava che le accuse nei confronti dell’uomo erano vere. Ma dopo l’indagine giudiziaria avviata, dopo che il partito di Moon ha presentato una denuncia, si è scoperto che era stato inventato da due funzionari del partito.

I funzionari del partito implicati nello scandalo sono stati recentemente giudicati colpevoli da una corte di Seoul, è in corso il ricorso in appello.

Se le cose fossero davvero tutte false, il partito dell’attuale presidente si troverebbe con ancor più consensi. Attualmente il presidente Moon è uno dei presidenti coreano con i consensi più alti della storia del paese.

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *