[RECENSIONE] THE FAKE

TITOLO ORIGINALE: 사이비

REGISTA: Yeon Sang Ho

TRAMA: In un piccolo paesino di campagna un politico senza scrupoli e un pastore si insidieranno per poter percepire fondi per la costruzione di una diga

VOTO: 7

Il vero cattivo sei tu, forse non te ne sei mai reso conto

RECENSIONE:

Yoon Sang Ho nella sua seconda opera mostra con occhio ipercritico come la religione crea una tale l’alienazione della società tanto da non fa comprendere ai cittadini il marcio che c’è intorno a loro.

I cittadini del piccolo paese si affidano ciecamente alla guida spirituale ad un pastore ed in un attimo ci ritroviamo in una versione animata di Secret Sunshine dove le persone smettono di ragionare con la propria testa e seguono il volere del pastore come se fossero un gregge di pecore; l’unica figura fuori dal coro (Kim Min Chul) è rappresentato da un demonio reale, che va in totale contrasto con i demoni che si nascondono dietro e dentro il pastore.

Nonostante a livello animato i tratti dei personaggi siano poco caratterizzati tanto da risultare molto simili (soprattutto per quanto riguarda i personaggi femminili) a livello psicologico riescono ad entrare nella testa dello spettatore che si trova disorientato e ferito dagli atteggiamenti e non sa a chi dare fiducia, fino alla coclusione in cui è chiaro chi è il vero demonio.

Il film rappresenta una lotta tra male terrerno e male spirituale.

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *