TOP 10 DI FILM CON PROTAGONISTI FEMMINILI

girlpower

Carissimi lettori, in questi giorni sto preparando un articolo sulla figura della donna nel mondo del cinema coreano e mi è venuto in mente di stilare una piccola classifica. Se inizialmente mi sembrava complicatissimo aggiungere titoli alla mia TOP 3, arrivata a metà ho iniziato a piangere per il contrario, mi sento in colpa ad aver tolto numerosi titoli ma non sarebbe più stata una classifica ma un lungo elenco.

Tornando a noi, come vedrete dall’anteprima la TOP10 è in realtà una TOP11 ma gli osservatori più attenti avranno già capito perché; arrivati a questo punto non ci resta che rendere nota questa piccola classifica.

10. “My Sassy Girl” (“엽기적인 그녀” – 2001)

My_Sassy_Girl_Movie_Poster

My Sassy Girl” è il perfetto film che rappresenta il Girl Power, Jun Ji Hyun interpreta una giovane ragazza dalla personalità forte e decisa, e anche un po’ insopportabile, che riesce con i suoi modi non proprio ortodossi a conquistare il povero Chae Tae Hyun. Grazie a questa pellicola i due attori sono stati definitivamente riconosciuti a livello nazionale conquistando il pubblico.

9. The Concubine (“후궁: 제왕의 첩” – 2012)¹

concubine_xxlg

Cho Yeo Jeong interpreta la conturbante e ambizioso Hwa-Yeon, concubina prima e moglie del re dopo. Il film, pur non essendo uno dei più entusiasmanti del genere storico-erotico, è decisamente uno di quei film che disegnano perfettamente il potere della donna sugli uomini, non c’è solo la protagonista principale del film come donna forte, in tutta la pellicola gli uomini rappresentano le pedine del gioco di tutte le donne di corte dalla concubina alla regina madre che si contendono il potere più che gli affetti, mostrando le donne di potere come ciniche calcolatrici con più spina dorsale che cuore.

8. The Taste of Money (“돈의 맛” – 2012)

fullsizephoto233928

Il ruolo delle donne in questa pellicola sembra inizialmente oscurato dal cinismo e arrivismo del protagonista maschile, ma non molto tempo dopo l’inizio del film vediamo con chiarezza chi tira le fila dell’intera storia con una fantastica attrice come Youn Yuh Jung ad interpretare la matriarca di una ricca famiglia distrutta da bugie e ritorsioni. Il ruolo delle due donne della famiglia Yoon è all’apparenza nascosto e solo durante il le battute finali del film si capisce chi tra le due donne ha il realtà la capacità di gestire il potere. L’ennesimo film in cui il ruolo della donna viene disegnato come cinico e intelligente, capace di asfaltare gli uomini in ogni settore della vita, dalla famiglia agli affari.
Questo è uno dei pochi film, oserei dire a livello mondiale, dove viene mostrata la scena di uno stupro da parte di una donna nei confronti di un uomo a dare la controprova di quanto le donne di potere siano ancor più forti di un uomo.

7. A Tale of Two Sisters (“장화, 홍련” – 2003)

159054888_43ce43

A Tale of Two Sister, che in italia prese il titolo “Two Sisters“, è l’assoluto capolavoro del cinema horror coreano, con due protagoniste all’epoca giovanissime (Moon Geun-Young compì sedici anni sul set) ma perfette per le parti. In questa pellicola la presenza maschile è totalmente annullata dalle tre protagoniste, i tre ruoli , quello delle due sorelle e della matrigna, sono forti e inquietanti e schiacciano le presenze degli altri attori. Come ogni horror che si rispetti è ricco di colpi di scena senza però dimenticare di disegnare la psicologia delle tre attrici, come invece spesso capita nelle pellicole di genere.

6. Han Gong Ju (“한공주” – 2013)

Han_Gong-ju_(poster)

Han Gong Ju è il capolavoro del cinema indipendente, considerato da molti critici (me compresa) come il miglior film indipendente di tutti i tempi. Il film racconta la storia straziante di una giovane ragazza costretta a nascondersi. La giovane rimane chiusa in se stessa e nessuno riesce a capirne il motivo, compresa la donna che la ospita. Il suo carattere chiuso incuriosisce le compagne di classe che cercano di esserle amiche.
Un film su una ragazza che cerca di combattere il passato con tutte le sue forze, c’è da ammettere che Gong Ju non è propriamente una donna forte e arrivista come abbiamo visto per i film precedenti ma combattere i fantasmi del passato che opprimono il cuore e la vita di una giovane ragazza è ancora più difficile che usare il sesso per conquistare il potere. Han Gong Ju è un film non per tutti, la tematica importante è difficile da comprendere forse ma sicuramente colpisce nel profondo e una volta visto non lo si riesce a dimenticare facilmente, lo sguardo della protagonista nella locandina colpisce al cuore esattamente come tutto il film.

5. Girl At My Door (“도희야” – 2014)²

fullsizephoto429050

Entriamo nella TOP 5 con un altro film dalle tematiche molto forti, Bae Do Na è Young Nam, una giovane poliziotta allontanata dalla grande città per problemi disciplinari e trasferitasi in una piccola cittadina di campagna, qui la sua personalità forte si scontra con le dinamiche di paese non del tutto legate alla legalità; in quella piccola cittadina Young Nam incontra Do Hee (interpretata dalla giovanissima e sempre bravissima Kim Sae-Ron) una ragazzina maltrattata dal padre, tra le due nasce uno strettissimo legame ma Do Hee non è così indifesa come sembra.
Una donna e una ragazzina da caratteri forti ma piene di debolezze come può essere ogni donna. Questo film tratta anche un’altra tematica che non bisogna tenere nascosta, l’omosessualità. Una tematica ancora taboo in corea che questo film tratta non trascurando i disagi che reca in un paese come la Corea.

4. Secret Sunshine (“밀양” – 2007)³

220px-Secret_Sunshine

Secret Sunshine è in assoluto uno dei film di Lee Chang Dong che più mi è rimasto nel cuore, la storia straziante di una donna che dopo il marito perde anche l’unica sua ragione di vita e che cerca di combattere in ogni modo per sopravvivere rimane nel cuore di chi lo guarda come un quadro straziante e incomprensibile. Jean Do Yeon, che per questa interpretazione ha vinto la palma d’oro al festival di Cannes ed è stata consacrata a livello internazionale, interpreta una donna forte che cerca di reagire al dolore più grande che possa provare una donna, la perdita di un figlio.

3. Sympathy for Lady Vengeance (“친절한 금자씨” – 2005)

sympathy_for_lady_vengeance_ver2

Apriamo il podio con il capolavoro di Park Chan Wook che fa parte della Trilogia della Vendetta, “Sympathy for Lady Vengeance”, in Italia semplificato col titolo “Lady Vendetta”, ci regala un quadro perfetto della personalità femminile, a mio parere il più realista tra tutti i sopracitati. Lee Young Ae è Geum Ja una donna che dopo tredici anni di prigione per un crimine che non ha commesso cercherà vendetta. Una donna forte che non vuole solo vendicarsi della persona che l’ha fatta arrestare ma che cerca di fargli capire che c’è qualcosa di peggio che la morte. Geum Ja è una donna intelligente e organizzata che rappresenta a pieno il detto “la vendetta è un piatto che va gustato freddo”.

2. Mother (“마더” – 2009)

mother

Nella mia personalissima classifica non poteva certo mancare un film di Bong Joon Ho, questo thriller capolavoro ha come protagonista l’immensa Kim Hye Ja che interpreta una donna che combatte contro tutto e tutti per proteggere il figlio autistico dall’accusa di omicidio. Una donna forte e coraggiosa che nonostante la non più giovane età cammina chilometri e fronteggia numerose difficoltà per poter arrivare alla verità e liberare il figlio. Un personaggio femminile ricco e combattivo.

1. Housemaid (“하녀” – 1960 & 2010)

housemaid

Eccoci arrivati alla fine, e quale miglior film rappresenta la forza, il coraggio e la follia delle donne se non The Housemaid?! Arrivata a questo punto della classifica ero molto combattuta se scegliere la donna del 1960 e quello del 210 e alla fine non ho saputo scegliere. Eun Yi, che nel film originale non aveva un nome, è una donna semplice che illusa da un uomo forte e di potere viene sedotta e abbandonata perdendo la ragione. Se nel film del 1960 l’unica vera protagonista è la Domestica nella pellicola del 2010 oltre a Eun Yi, interpretata da Jeon Do Yeon, troviamo due attrici che abbiamo già incontrato in questa classifica Park Ji Young e Youn Yuh Jung, la prima che qui interpreta la suocera del protagonista l’abbiamo incontrata in “The Concubine” nei panni della potente regina madre e la seconda, Youn Yuh Jung, è la fantastica protagonista di un altro film di Im Sang Soo “The Taste of Money”.
Mentre nel 1960 la Domestica del film di Kim Ki-Young combatte fino alla fine ma ha davanti a se una figura maschile prepotente nel 2010 le tre donne schiacciano la personalità del marito rendendolo pongo nelle loro mani, se Eun Yi perdendo il lume della ragione lo spaventa, la suocera e la governate lo innervosiscono; la prima prende in mano la situazione plasmando anche la vita della figlia, la seconda cerca di far ragionare Eun Yi ottenendo però un risultato totalmente inaspettato che la convincerà a prendere una decisione sofferta.
Housemaid in entrambe le sue versioni dipinge le donne in tutte le loro sfaccettature, motivo per cui non poteva che essere primo in questa classifica.

Trailer del film del 1960, sfortunatamente non l’ho trovato con sottotitoli in inglese e tanto meno in italiano, mi scuso molto.

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *