[ESCLUSIVO] "WEDDING PALACE" IN VENDITA SU iTUNES – INTERVISTA ESCLUSIVA ALLA REGISTA CHRISTINE YOO

A Settembre dello scorso anno vi avevamo parlato di “Wedding Palace“, film scritto e diretto da Christine Yoo, nel cast troviamo l’attore hollywoodiano Brian Tee e al suo debutto internazionale Kang Hye Jung; finalmente il film è acquistabile su iTunes: “Il Palazzo Nuziale” è il titolo italiano.

A Los Angeles, il dirigente pubblicitario Jason (Brian Tee), viene abbandonato sull’altare dalla sua bella fidanzata. La sua famiglia è presa dal panico, e per un buon motivo: un’antica maledizione di famiglia gli impone di sposarsi entro i 30 anni di età (e a questa data manca solo un mese), altrimenti morirà. Con la benedizione di una sciamana (Margaret Cho) e il consiglio del suo migliore amico di trovarsi una sposa in Corea, Jason si reca a Seul per un viaggio d’affari dove conosce Na Young (Kang Hye-jung), la ragazza dei suoi sogni. Dopo una relazione a distanza fatta solo di video chiamate, Jason fa una proposta di matrimonio a Na Young e i due decidono di sposarsi a Los Angeles. Ma una volta che la sua promessa sposa arriva a Los Angeles, Jason scopre che è diversa da come sembrava online. Jason resisterà alla pressione della sua famiglia e accetterà la ragazza dei suoi sogni con tutti i suoi difetti, rischiando di morire?” _ iTunes

 

Ho intervistato per voi la disponibilissima Christine Yoo.

“voglio dire, chi non vorrebbe lavorare con Lee Min Ho?!”

 Continuate a leggere per saperne di più:

– Il suo film è una commedia romantica dei giorni nostri, ci può dire qualcosa di più riguardo al film?

L’idea di una famiglia allargata molto affiatata che si interessa ai fatti tuoi è qualcosa che mi ha decisamente ispirato.
Ho spiegato tutto meglio nel documentario della rete KBS:

– Crede nelle relazioni a distanza? che ne pensa, invece, degli amori nati online?

Secondo le statistiche gli amori nati online funzionano! Ho di recente letto un articolo che diceva che il 35% delle coppie sposatesi negli ultimi anni si sono incontrate online. In un altro articolo, invece, ho letto che le relazioni a distanza ora come ora non sono così complicate anche grazie alla tecnologia.

– Il film è stato girato nel 2008, come mai c’è voluto così tanto tempo per pubblicarlo?

Le riprese sono iniziare a Novembre 2008 a Los Angeles e un anno dopo abbiamo concluso la produzione a Seoul. Il motivo per cui ci abbiamo messo così tanto tempo per distribuire il film è stata la mancanza di fondi, è stata una situazione molto difficile che non auguro a nessuno, ma finalmente ce l’abbiamo fatta.

– La premiere del film è stata a Settembre 2013. Qual’è stata la reazione del pubblico?

Complessivamente direi che la reazione del pubblico è stata molto positiva. Molte persone mi hanno detto che hanno riso molto e che hanno anche pianto. Sono molto contenta della reazione del pubblico anche considerato quanto abbiamo passato per distribuire il film.

– Brian Tee è molto noto negli Stati Uniti ma l’attrice Kang Hye Jung con questo film ha fatto il suo debutto e canoro e soprattutto internazionale recitando in inglese con questo film. Com’è avvenuta la scelta del cast?

La scelta del cast è stata semplice perché praticamente tutti gli attori coreani di Hollywood sono stati scelti per il film. Subito dopo aver scritto il film ho subito pensato che attore protagonista doveva essere Brian Tee che avevo visto in Fast and Furious  Tokyo Drift.
Per quanto riguarda Kang Hye Jung, sono da sempre una sua grande fan l’avevo già vista in altri film e la trovo fantastica.

Potete trovare le altre scelte del cast sempre nel documentario:

Mugunghwa Dream si occupa essenzialmente di cinema e cultura coreana, quindi per un momento vorrei focalizzare la mia attenzione sull’attrice protagonista. Com’è stato lavorare con Kang Hye Jung?

Sono stata piacevolmente sorpresa da lei, quando abbiamo iniziato lei non parlava per niente inglese; avevamo un insegnante d’inglese che l’aiutava con i dialoghi ed ha studiato davvero davvero tanto, così tanto che alla fine delle riprese improvvisava addirittura in inglese.

– Ha qualche storia divertente da raccontarci?

Bisognerebbe chiedere agli attori (ride)

– E ora passiamo alla solita domanda di rito. Progetti per il futuro?

Attualmente sto lavorando alla post produzione di un documentario girato tra Israele e la Palestina chiamato “KPOP BRINGS PEACE IN THE MIDDLE EAST“.

– Ha ancora intenzione di lavorare con altri attori o attrici coreane? Se si, con chi?

Ci sono moltissimi talenti in Corea in questo periodo. Ammiro moltissimi artisti che è difficile scegliere, ma voglio dire, chi non vorrebbe lavorare con Lee Min Ho?! Amo anche molti artisti kpop che recitano ora, per esempio i Dong Ban Shin Ki (n.d.a. credo si riferisse a Park Yoochun anche se ora non è più membro dei DBSK)

short woman, eat less
(“le donne piccole mangiano meno“)

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *