[INTERVISTA] KANG SUE JIN DIVENTA DIRETTRICE ARTISTICA

Da grande appassionata di danza classica, quando stamattina ho letto la notizie e l’intervista di korea.net mi sono sentita in dovere di condividerla con voi; Kang Sue Jin, grande etoile al Stuttgart Ballet ha deciso di accettare la proposta di diventare direttrice artistica al Korean National Ballet, dopo 33 anni in giro per il mondo la grande ballerina ha deciso di tornare in Corea per dare al mondo del balletto coreano una nuova linfa vitale con il suo stile unico.

Il 18 Dicembre si è tenuta la conferenza stampa la ballerina ha dichiarato che le era già stata fatta questa proposta in passato ma sapeva che non era il momento giusto, mentre ora un, po’ a sorpresa, ha deciso di accettare “ho ascoltato il mio sesto senso” ha dichiarato “ho sentito che era uno di quei momenti da ‘ora o mai più‘, così ho accettato, sento che il mondo della danza classica coreana abbia fatto davvero molti passi avanti“.

Con la sua esperienza il Korean National Ballet potrà trovare sicuramente una nuova guida che potrebbe portare anche questa compagnia a risplendere come merita “Il Korean National Ballet rappresenta la Corea e i coreani” ha aggiunto l’etoile “Il mio lavoro da direttrice artistica sarà quello di insegnare ai ballerini il lavoro di gruppo, lavorare sul gruppo aiuta ogni singolo ballerino a trovare la propria luce” e continuando “ho molte idee sulle quali mi piacerebbe lavorare ma ho bisogno di tempo per svilupparle passo passo

Kang Sue Jin, in Corea, non è solo un orgoglio nazionale come ballerina di fama internazionale ma anche un grande esempio per molte persone; nel 2001 vennero pubblicate delle fotografie dei suoi piedi (qui la foto. N.d.A. attenzione, è molto impressionate), l’opinione pubblica rimase shockata per la condizione dei suoi piedi ma allo stesso tempo ha stimato l’artista per il duro lavoro nonostante la condizione dei suoi piedi.

Il contatto triennale come direttrice artistica inizierà nel Febbraio del 2014 ma fino all’inizio del 2016 l’artista sarà sul palco del Stuttgart Ballet con “Madame Butterfly” da Luglio 2014 e “Onegin” a Febbraio 2015 e infine nel Febbraio del 2016 avrà la sua performance finale prima di ritirarsi e iniziare la sua avventura come direttrice artistica al 100%.

Ecco le domande che Yoon Sojung per Korea.net ha posto all’etoile

Y.S.J.: Oltre ad essere una ballerina, cosa desidera fare nei suoi primi tre anni di contratto come direttrice artistica?
K.S.J: Il mio desiderio principale è quello di dare ad ogni ballerino la capacità di risplendere da solo, passerò il mio primo anno da direttrice artistica cercando di conoscere ogni ballerino singolarmente così da poter creare un’atmosfera familiare per poter lavorare in armonia come gruppo.

Y.S.J.: In Corea, il balletto è considerata come arte esclusiva per l’alta società, cosa intende fare per rendere la danza classica più accessibile?
K.S.J: Non è un concetto solo coreano, in tutto il mondo le classi medio basse non vanno a vedere il balletto. Cercherò, parlando con lo staff del National Ballet, di rendere i biglietti più accessibili così da permettere a più persona di venire a teatro. Spero che un giorno il balletto diventi famoso quanto il calcio.

Y.S.J.: Per il pubblico la sua immagine è sempre elegante e piena di classe ma tutti sappiamo gli sforzi e le sofferenze che ci sono dietro tutto questo, cosa vuole dire alle giovani ballerine?
K.S.J.: Tutte le ballerine sia quelle che lavorano a livello internazionale che quelle che lavorano al National Ballet stanno facendo un grande lavoro, i loro progressi sono visibili. Ogni performance implica errori, lacrime e sacrifici quindi cercherò di elogiare ogni loro sforzo, le loro lacrime e il loro sudore. Per questo ho accettato la proposta offertami dal Korean National Ballet, voglio proprio far brillare ogni artista.

Ci tengo a mostrarvi due pas de deux (passi a due) di Kang Sue Jin con Robert Twesley per “Romeo e Giulietta” e con Marijn Rademaker per “La dama delle Camelie” entrambi al Balletti di Stoccarda

Rome e Giulietta

La Dama delle Camelie

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *