WHEN ITALY MEETS KOREA – QUANDO LA CUCINA ITALIANA INCONTRA QUELLA COREANA

Come vi abbiamo detto qualche giorno fa il 24 è ufficialmente iniziata la Korean Week a Roma, una quattro giorni di incontri con l’intento di far scoprire a ammirare la cultura coreana in tutte le sue forme, sicuramente una delle espressioni della cultura e dell’identità del popolo coreano è  il cibo. L’antica cultura culinaria coreana, Hansik, e le sue proprietà salutistiche stanno conquistando sempre di più l’interesse dell’Italia e di tutto il mondo, come è emerso anche nel corso di Expo a Milano nel 2015.

A proposito di questo, ieri sera a Roma, al ristorante Romeo Chef&Baker di Roma,c’è stata una cena riservata alla stampa, legata al tema delle Olimpiadi invernali 2018 di PyeongChang dal nome ‘Passion.Connected’.  

CHEF SOHYI KIM 1

Le protagoniste della korean dinner la chef Cristina Bowerman, Presidente dell’Associazione Ambasciatori del Gusto, e Kim Sohyi, chef sudcoreana e celebre volto televisivo di Master Chef Corea, che per la prima volta hanno unito i lori stili culinari in evento unico presentato dalla conduttrice, autrice e food writer, Francesca Barberini e che ha visto la la partecipazione di Lee Soomyoung, Direttore dell’Istituto Culturale Coreano.

Il ruolo dell’Istituto Culturale Coreano, organismo del Ministero della Cultura, Sport e Turismo della Repubblica di Corea, è quello di promuovere la cultura coreana in Italia e creare un legame tra la Corea e l’Italia. Uno degli elementi fondamentali della cultura coreana è la cucina, espressione del territorio e della nostra tradizione. La giornata del K-Food che rientra nella Settimana dellaCultura Coreana, è un’occasione importante per far conoscere i nostri piatti, in particolare quelli provenienti della regione in cui si trova Pyeongchang, città che ospiterà le Olimpiadi invernali 2018.  La cucina, come lo sport, crea connessioni tra i diversi popoli e al contempo permette di far conoscere i patrimoni culturali del nostro Paese e condividere il futuro della cultura coreana ” ha spiegato il  Direttore dell’Istituto Culturale Coreano.

Cristina Bowerman-2

Durante l’evento, il cibo diventerà elemento di connessione tra passato, presente e futuro, le chef utilizzeranno le materie prime tipiche della cucina della regione di Pyeongchang per realizzare i loro piatti, Sohyi Kim ha creato un piatto legato alla tradizione di Gangwon, la regione dove si svolgeranno i Giochi Olimpici e Paraolimpici Invernali, mentre la chef stellata italiana Cristina Bowerman ha realizzato un’interpretazione attuale della cucina coreana. Insieme le chef hanno creato un piatto a quattro mani che guarda al futuro, una proiezione sulla cucina del domani.

 

* Foto: Thomas Schauer studio for photography LLC ©

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *