REVIEW: CRUSH A MILANO – PICCOLO RACCONTO DI UNA GRANDE SERATA

È la prima volta che dopo tanto kpop Milano ospita un artista R&B; Crush, vero e proprio protagonista della scena R&B commerciale e indipendente coreana arriva nella città meneghina con uno show pulito e ben calibrato al TOQUEVILLE13.

IMG_3287

Crush mostra da subito di essere un artista completo e nonostante l’angusto spazio in cui si è esibito è riuscito a dare una carica all’intero locale in visibilio per i suoi accennati balletti e la sua splendida voce. Il cantante, pur essendoci un’enorme barriera linguistica tra lui e il pubblico, è riuscito a farsi capire improvvisando una lezione di italiano in cui le poche ragazze che conoscevano sia il coreano che l’italiano gli hanno insegnato qualche parolina in italiano, dal semplice e ‘paraculo’ “Bella” a “grazie”; i grandi classici insomma. Durante un’altro carinissimo intermezzo talk Crush sentendo parlare in portoghese ha colpo l’occasione di parlare di calcio, scambiando erroneamente la Juventus per una squadra di Milano, e ha scaldato i cuori dei fans con una lettera in inglese in cui ringrazia il pubblico dell’affetto dimostratogli.
Lo show è stato piacevole e divertente, l’artista non si è mai fermato e ha regalato circa due ore di show di altissima qualità.

IMG_3383

Anche il pubblico non è stato da meno, come si suol dire Italian’s Do it better; i fans hanno mostrato affetto e calore a Crush, ma non solo, anche per il suo dj; DJ Millic, che si è presentato con pochi minuti di dj set di qualità che ha scaldato il pubblico di Milano, tanto che all’arrivo di Crush il pubblico era cotto a puntino e si è scatenato tra i grandi classici dell’artista, le tracce del nuovo album e, con mia grande sorpresa, anche le collaboration che hanno raggiunto il vertice delle classifiche casalinghe come il duetto con Lydia Paek “Little Bit” o “Just” con Zion T e addirittura “Hold Me Tight” canzone in featuring con Loco  .

IMG_3390
Crush e Millic alla fine del concerto

Kinetic Vibe e KpopItalia sono riusciti ancora una volta a regalare al pubblico emozioni e divertimento, l’afterparty si è svolto al Loolapaloosa, storico locale della movida milanese che ha ospitato la kpopnight mettendo la parola fine ad una splendida serata.

IMG_3400

Non dimenticate i 24K il 3 gennaio a Milano.

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *