IL SUCCESSO DEL CINEMA COREANO NEGLI STATI UNITI

coreainUSA
credit: The age of Shadows – CJ Ent. | The Handmaiden – Magnolia Pictures

Il 2016 è stato un anno molto positivo per quanto riguarda il mercato coreano negli Stati Uniti, con la politica di “Qualità a favore della Quantità” che grazie a poche case di distribuzione sta avvenendo in misura minore anche qui in Italia, il numero di film coreani distribuito nella mecca del cinema occidentale è notevolmente aumentato.

Nel solo 2016 sono già stati distribuiti in alcuni cinema sparsi per gli Stati Uniti “The Wailing” e il blockbuster zombie “Train To Busan“, ma non finisce qui, infatti, prima della fine dell’anno gli appassionati di cinema coreano negli Stati Uniti avranno la possibilità di vedere due tra i film più apprezzati nei passati festival cinematografici; “The Age of Shadows” di Kim Jee Woon e “The Handmaiden” di Park Chan Wook.

Miljeong (The_Age_of_Shadows)
credit: CJ Entertainment

Dopo il grande successo nelle sale dei festival internazionali di Venezia e Toronto , dopo aver vinto Best Action Film al Fantastic Fest, ed aver superato i sette milioni di spettatori casalinghi “The Age of Shadows” la spy-story storica di Kim Jee Woon, prima produzione coreana della Worner Bros, è arrivata in addirittura 40 sale statunitensi per un solo giorno distribuita dalla CJ Entertainment America.

The Handmaiden
credit: Magnolia Pitcures

Destino leggermente diverso per “The Handmaiden” di Park Chan Wook, che il 21 ottobre Magnolia Pictures distribuirà in solo sei sale statunitensi (tre a New York e tre a Los Angeles) ma che tra qualche mese verrà distribuito online da Amazon Studios. La data è ancora da stabilire ma questo è un enorme traguardo per il dramma erotico che segna il ritorno di Park Chan Wook al cinema casalingo.

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *