[COVER STORY] INCONTRO CON RYOO SEUNG WAN

DSC_5452

Il Florence Korea Film Fest ha dedicato la sua quattordicesima edizione a Ryoo Seung Wan  attore, ma soprattutto, regista che si è raccontato in un’interessantissima e divertente conferenza stampa dove ha risposto in maniera brillante alle domande dei giornalisti.

DSC_5461

Ryoo Seung Wan è uno dei registi più promettenti del panorama coreano, grazie ai suoi film d’azione è spesso paragonato a Tarantino, anche se il paragone sembra piuttosto forzato e anche lo stesso regista ha confessato di trovarlo del tutto insensato e più una trovata commerciale che un paragone vero e proprio, è tuttavia innegabile che i suoi film uniscono il classico action movie coreano ad una scrittura occidentalizzata. Ciò nonostante, il regista non sembra per nulla interessato ad espandere i suoi orizzonti all’estero tanto che quando abbiamo posto la domanda sul mercato statunitense ci ha confessato che ha rifiutato una proposta dagli Studios hollywoodiani perché non si sentiva libero di esprimersi al meglio.
La formazione registica di Ryoo Seung Wan è dovuta soprattutto al grande regista Park Chan Wook con il quale non solo ha lavorato dietro la macchina da presa ma anche davanti ad essa interpretando due dei film di maggior successo del regista della trilogia della vendetta (‘Mr. Vendetta‘ del 2003 e ‘Lady Vendetta‘ del 2005).

111942_pl397[W578-]

Il rapporto di Ryoo Seung Wan con l’occidente non è solo legato ai festival ma anche ad una vera passione legata al cinema europeo, durante la conferenza sono stata piacevolmente colpita quando in mezzo ai “soliti” Fellini e Antonioni sono sbucati nomi di altri registi italiani molto meno noti all’estero, ha anche raccontato che per le scene e l’idea del mondo della corruzione si è ispirato a film come ‘Gomorra’ di Matteo Garrone e ‘Il Divo’ di Paolo Sorrentino stupisce ancora di più la grande conoscenza del regista della cultura italiana quando durante l’incontro col pubblico ha raccontato che per una scena del film ‘Veteran’ si è ispirato ai film di Bud Speser e Terence Hill.  L’incontro tra cultura occidentale e orientale lo si deve soprattutto all’epoca storica in cui è cresciuto il regista che riesce ancora ad affrontare tematiche socio-culturali coreane senza dimenticare la modernità, mentre, ha raccontato, che molti giovani coreani non vedono la Corea del Nord come pericolo proprio perché cresciuti in un’epoca in cui la Corea del Nord e la guerra di Corea sono solo cose studiate a scuola più che vissute realmente. Ryoo Seung Wan ha raccontato il rapporto tra le due Coree in ‘The Berlin File’ che ha incontrato il grande successo di pubblico internazionale e casalingo;  ma se l’ottica del pubblico straniero è stata quella dello spettatore curioso quella del pubblico casalingo è più quella del fan del blockbuster movie, il regista ci ha detto che il pubblico ha apprezzato il film più per il cast che per la tematica trattata e suppone sia proprio perché non la sente più ‘sua’.

DSC_5456

Il film presentato in anteprima italiana a Firenze ‘Veteran’ racconta tutta un’altra storia, in pieno stile action movie regala due piacevoli ore tra scene che fanno sorridere, che però, fanno da sfondo ad una storia molto più seria che parla di poteri forti e corruzione con protagonista un fantastico Hwang Jung Min e un sempre più bravo e Yoo Ah In che abbiamo anche visto protagonista del film ‘The Throne’ di Lee Joon Ik. Per prepararsi al meglio, Ryoo Seung Wan è andato personalmente in vari commissariati di polizia per capire meglio com’è il rapporto tra una squadra, proprio in uno dei suoi incontri con le forze dell’ordine gli è venuta l’ispirazione per il personaggio di Miss Bong, unico personaggio femminile che difende la categoria egregiamente con ironia e forza fisica.

Conclusa la promozione di ‘Veteran’ Ryoo Seung Wan non è stato con le mani in mano e infatti tornerà alla macchina da presa per il suo nuovo progetto ‘Battleship Island (군함도)’ che racconta la storia di 400 uomini imprigionati nell’isola Hashima dai coloni giapponesi.
Il film ha un cast stellato, il protagonista sarà di nuovo Hwang Jung Min, con lui So Ji Sub e Song Joong Ki, insieme ai tre uomini troviamo Lee Jung Hyun che interpreterà una comfort woman, ovvero una donna costretta a prostituirsi per i giapponesi. Il film sarà nelle sale nella prima metà del 2017, le riprese che inizieranno a fine maggio anche per lasciare a Song Joong Ki la possibilità di finire il drama “Descendant Of The Sun” che sta avendo un grandissimo successo in patria.

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *