[NEWS] VOGUE ITALIA PARLA DI G-DRAGON E KPOP

Vogue, come sempre attento alle nuove tendenze ha parlato nel suo numero Italiano del mese di aprile di musica asiatica e del fenomeno del momento che sta conquistando anche il nostro vecchio e caro continente.
Ne ha parlato soffermandosi non solo sul “solito” Giappone o sul iper-nominato PSY; nel suo tour asiatico per quanto riguarda la Corea l’attenzione del magazine di moda per eccellenza non poteva che fermarsi su quello che in patria è considerato il “fashion leader“, sto ovviamente parlando di G-Dragon (leader della kpop band Big Bang).

“È ufficiale. La cultura pop dell’Estremo Oriente ha smesso di essere una curiosità per annoiati conoscitori di brividi inediti. Il successo di “Gangnam Style” ha dimostrato che le star del domani possono arrivare da qualunque parte del mondo. E non devono necessariamente parlare inglese. Il K-Pop, l’industria musicale coreana, è stato definito quest’anno da John Seabrook, su “The New Yorker”, «non la nuova Motown, ma la nuova Samsung». Ed è vero che, insieme al pop cinese, sta vivendo la propria rivoluzione industriale. Lo dimostra il rapper G-Dragon, tipico esempio di mush-up culturale: appena ventiquattrenne, ispirato dal rapper del Wu-Tang Clan, si è trasformato subito in qualcosa di molto diverso. Attentissimo alla moda, ha un look androgino e curatissimo e, a differenza della star del suo paese, rifiuta pubblicamente l’etichetta di “artista prefabbricato”. Di fatto, è un incrocio tra Justin Timberlake e Kanye West, ma con un armadio di accessori più ricco e provocatorio di quello di Lady Gaga. In sé, riassume tutti i punti di forza dell’Asian pop del 2013: un’immagine pazzesca, ottenuta mescolando senza paura qualunque elemento estetico, un suono ipercinetico e compresso ad arte per far scoppiare gli speaker dei telefonini,  un appeal sessuale a dir poco trasversale.” – Daniele Cassandro, Vogue Italia, Aprile 2013.

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *