[RECENSIONE] SPELLBOUND

Buon giorno,

chiedo scusa per l’assenza e i pochi post ma l’influenza mi sta mettendo non poco KO, questa settimana ho guardato la commedia romantica del weekend in differita di un giorno e con un paio di giorni di ritardo, ecco al recensione.

REGIA: Hwang In Ho
CAST: Son Ye Jin, Lee Minki
TRAMA: Ma Jo Goo è un semplice prestigiatore di strada quando incontra gli occhi di una spettatrice particolare, Kang Yeo Ri, la giovane non pare per nulla smossa dallo spettacolo; il ragazzo la seguirà iniziando così una collaborazione di lavoro. Nonostante la fama di Jo Goo, la giovane Yeo Ri rimane schiva e associale, si scoprirà che lei vede gli spiriti e chiunque entra in contatto con lei viene perseguitato.
VOTO: 7,5

COMMENTO CRITICO:

Quando si pensa che tanti generi diversi in un film possano essere un errore, ecco arrivare questa pellicola fresca e cupa allo stesso tempo.
Jo Goo è il tipico personaggio dei film romantici, il ragazzo spaccone, bello, ricco con tutto quello che vuole dalla vita; questa però non è la semplice commedia romantica, perché la nostra protagonista, Yeo Ri, non è una goffa ragazza sfortunata piena di amici e impegni, lei è sola, è un’asociale la tipica ragazza cupa da film horror; quando ho letto la trama del film ho pensato che questo fosse uno dei plot più sconclusionati del mondo; la commedia romantica che incontra i film horror era una cosa assolutamente impensabile, e invece mi sono seriamente ricreduta.
I momenti di melenso romanticismo vengono stravolti dall’arrivo dei fantasmi che accompagnano la vita di Yeo Ri, lasciandoci un velo di ansia, ma non quanto ce la lascerebbe un tipico film horror, ma andiamo per ordine.
Come vi dicevo, Jo Goo è un mago di strada, un semplice illusionista come tanti; quando, durante un suo spettacolo, incontra lo sguardo cupo e tetro di Yeo Ri sente subito che c’è qualcosa di più in lei e un anno dopo li troviamo a lavorare insieme. Jo Goo è diventato un illusionista famoso, con una compagnia propria e spettacoli da tutto esaurito e Yeo Ri è il suo “fantasma”, lei personifica un fantasma che vuole uccidere una ragazza del pubblico, chiaramente è tutta un’illusione e la ragazza non è altri che un’attrice della compagnia.
Il gruppo di lavoro è molto affiatato ed esce spesso a bere insieme ma la nostra Yeo Ri rifiuta sempre, fino al giorno in cui Jo Goo non la “obbliga” ad andare, la nostra cupa protagonista non reggendo l’alcool da spettacolo di se stessa, e da qui parte un’altra storia.
I due protagonisti poco per volta si avvicinano sempre di più, e quando il nostro Jo Goo andrà a trovare la Yeo Ri ci troviamo al vero mash-up di genere; a casa della ragazza infatti arriva il fantasma di un bambino che la ragazza spaccia per figlio dei vicini, Jo Goo quindi, inizierà a giocare a nascondino col bambino; quello che i nostri Scary Movie fanno in maniera demenziale questo film riesce a renderlo simpatico e sotto qualche aspetto tenero.
Yeo Ri scoperta, spiegherà il motivo del suo dono speciale rendendo Jo Goo partecipe e instaurando con lui un rapporto d’amicizia, per Yeo Ri l’amicizia e fiducia iniziale si trasforma presto in amore, il ragazzo però non è single, è fidanzato con una bellissima modella, che ai fini della storia può risultare alquanto inutile andando via all’inizio e riapparendo solo verso la fine ma secondo me nasconde molto potenziale; è una sorta di coscienza di Jo Goo.
Con la partenza della fidanzata, Jo Goo è libero di vivere la sua amicizia con Yeo Ri a pieno, sempre accompagnati dai fantasmi che circondano la vita di Yeo Ri.

Il film horror incontra il film romantico, ma è la commedia che ha la meglio, quindi circondati da fantasmi i nostri due protagonisti si innamoreranno e…
non vi dico altro perché il film è davvero molto carino e merita di essere visto.

Parlando degli aspetti tecnici, per quanto riguarda la regia non si può chiedere di più, il mix tra i due generi non sbava in riprese troppo cupe o troppo poco ‘da commedia’, al contrario sono sempre ben calibrate e curate.
I due attori sono volti noti al grande pubblico perché protagonisti di drama e film di successo e la trama fresca e cupa allo stesso tempo non ci fa sicuramente annoiare.

  • author's avatar

    Articolo di: Veronica Croce

    Visualizza la biografia

  • author's avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *